Messico potrebbe disattivare milioni di cellulari contro crimine

venerdì 9 aprile 2010 11:36
 

di Noel Randewich

CITTA' DEL MESSICO (Reuters) - Decine di milioni di messicani potrebbero trovare i loro cellulari disattivati in questo fine settimana nel caso in cui il governo portasse avanti la nuova legge che, per combattere la criminalità, obbliga gli utenti a registrare le loro identità.

Le pubblicità sulla radio e sulla televisione statale hanno ricordato per settimane ai messicani di registrare i loro cellulari, inviando un messaggio con i loro dettagli personali. Ieri però c'erano ancora 30 milioni di numeri di telefono non ancora registrati.

Gli analisti hanno detto che le perdite del principale operatore telefonico, America Movil, sarebbero un'inezia rispetto alle vendite dell'azienda.

Ma America Movil, controllata dal miliardario Carlos Slim, sta esortando i senatori a procrastinare l'entrata in vigore della legge, passata un anno fa per cercare di evitare che i criminali usino il cellulare per le estorsioni e per negoziare i riscatti.

"Quasi 30 milioni di persone saranno colpite... molte delle quali dipendono dal cellulare, loro unico mezzo di comunicazione", ha detto via mail Guillermo Ferrer, capo dellle relazioni istituzionali dell'America Movil.

La maggioranza degli 84 milioni di cellulari messicani sono prepagati, con un numero limitato di minuti facilmente acquistabili. I telefoni possono essere ricaricati dai venditori ambulanti.

America Movil detiene il 71% del mercato di telefonia mobile messicano, con investimenti in Brasile, Cile e altre nazioni della regione. La maggioranza degli altri utenti ha invece l'operatore spagnolo Telefonica.

Telefonica intende mantenere i servizi telefonici nonostante il termine imposto dalle autorità.

"Le telecomunicazioni sono di interesse pubblico, protette dalla costituzione... e non possono essere negate alla popolazione", ha detto in un comunicato diffuso ieri.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Carlos Garcia, alto dirigente dell'America Movil, in foto d'archivio. REUTERS/Andrew Winning</p>