Web, account email di Yahoo violati in Cina e Taiwan

mercoledì 31 marzo 2010 09:56
 

PECHINO (Reuters) - Gli account di posta elettronica di Yahoo di alcuni giornalisti ed altri utenti il cui lavoro è collegato alla Cina sono stati oggetto di un'incursione scoperta questa settimana, pochi giorni dopo che Google ha annunciato di aver spostato il suoi servizi per la ricerca online in lingua cinese al di fuori della Cina causa censura.

Alcuni giornalisti in Cina ed a Taiwan hanno riscontrato di non poter avere accesso ai loro account dal 25 marzo, tra loro Kathleen McLaughlin, giornalista freelance a Pechino. Il suo accesso è stato ripristinato oggi, ha detto a Reuters.

Andrew Jacobs del New York Times a Pechino ha detto che il suo account Yahoo Plus è stato bloccato a sua insaputa per girarlo ad un altro account sconosciuto.

A fine 2009 e all'inizio di quest'anno, diversi attivisti per i diritti umani e giornalisti il cui lavoro è collegato alla Cina hanno scoperto che i loro account di posta Gmail erano stati allo stesso modo dirottati su indirizzi sconosciuti, a loro insaputa.

Google ha fatto cenno a questi attacchi in gennaio, quando ha annunciato un'incursione di hacker di cui è stata oggetto assieme ad altre 20 aziende. Google ha indicato questi attacchi ed altre preoccupazioni per la censura nella sua decisione di spostare i suoi servizi in lingua cinese la settimana scorsa a Hong Kong.

Yahoo non ha commentato la natura delle incursioni, condannando senza distinzione questo genere di attacchi.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il logo di Yahoo. REUTERS/Rick Wilking</p>