Editoria, News Corp farà pagare per l'Uk Times online da giugno

venerdì 26 marzo 2010 09:41
 

LONDRA (Reuters) - News Corp farà pagare i lettori per accedere alle versioni online dei suoi quotidiani UK Times e Sunday Times da giugno, diventano la prima società di media a testare l'appetito dei consumatori nel pagare per le notizie online.

L'accesso ai due siti web costerà 1 sterlina al giorno o due sterline alla settimana. Gli abbonati alla versione cartacea avranno invece libero accesso, spiega oggi News Corp.

"Questo è solo l'inizio", sostiene Rebekah Brooks, amministratore delegato dell'unità relativa ai quotidiani britannici di News Corp, che pubblica anche il tabloid Sun e il domenicale The News of the World.

"In un momento di definizione per il giornalismo, questo è un passo cruciale per rendere il business delle notizie un'impresa eccitante economicamente", spiega in una nota.

I quotidiani nell'Europa occidentale e negli Stati Uniti sono stati colpiti dalla recessione mentre lottano con una modifica strutturale nel loro business, con il passaggio dai quotidiani a pagamento alle notizie per la maggior parte gratuite sul Web.

Due quotidiani finanziari -- il Financial Times e il Wall Street Journal di News Corp -- fanno pagare agli utenti l'accesso online, ma le pubblicazioni di massa finora non hanno seguito il loro esempio, temendo massicce perdite di lettori.

L'ad di News Corp, Rupert Murdoch, è stato tra i primi a sostenere il pagamento per le notizie online, ritenendo inoltre che il gigante di Internet Google abbia privato l'industria di ricavi rendendo gli articoli disponibili gratuitamente.

A gennaio, il New York Times ha detto di voler iniziare a far pagare i lettori per l'accesso agli articoli online dal prossimo anno, consapevole del fatto che solo gli introiti pubblicitari non saranno in grado di finanziare il giornalismo in futuro.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Rupert Murdoch, amministratore delegato di News Corp, in foto d'archivio. REUTERS/ Eddie Keogh</p>