Creditori fermano l'asta, vogliono il fallimento di Sex.com

giovedì 18 marzo 2010 19:12
 

NEW YORK (Reuters) - I creditori del proprietario del sito Sex.com hanno depositato contro la società una richiesta di bancarotta involontaria, procrastinando l'asta di pignoramento in programma oggi.

Tre creditori di Escom, hanno depositato ieri la richiesta di bancarotta a un tribunale della California, sostenendo che la società deve loro oltre 7 milioni di euro.

I creditori hanno detto che cercheranno di far fallire la società piuttosto che permettere al prestatore, Dom Partners, di condurre l'asta dopo che la società è rimasta in stato di insolvenza per oltre un anno, sostenendo che l'asta "avrebbe diminuito il valore dei beni di Escom".

Secondo gli atti, Escom ha comprato nel 2006 il dominio del sito web pagando oltre 10 milioni di euro a Gary Kremen, fondatore del sito Match.com che aveva registrato Sex.com nel 1994.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia