Venezuela, Chavez vuole regolamentare Internet

domenica 14 marzo 2010 14:53
 

CARACAS (Reuters) - Il presidente venezuelano Hugo Chavez, criticato dalle associazioni per la libertà di stampa, ha invocato ieri una regolamentazione per Internet e ha puntato il dito contro un sito web che, ha detto, ha riportato falsamente l'assassinio di uno dei suoi ministri.

"Internet non può essere qualcosa di aperto in cui si dice e si fa tutto. Ogni nazione deve applicare le sue regole e la sua normativa", ha detto Chavez. Il presidente ha poi fatto riferimento al cancelliere tedesco Angela Merkel che avrebbe espresso un punto di vista simile recentemente.

Chavez è arrabbiato con il sito web di commenti politici e pettegolezzi Noticierodigital, che, ha detto, ha scritto falsamente che Diosdado Cabello, ministro e suo stretto alleato, era stato assassinato. Il presidente ha detto che l'articolo è rimasto sul sito per due giorni.

"Dobbiamo agire. Chiederemo aiuto al procuratore generale, perché questo è un reato. Ho informazioni che questa pagina periodicamente pubblica articoli che invocano un colpo di stato. Questo non può essere consentito".

I siti web di social networking come Twitter e Facebook sono molto diffusi fra i movimenti di opposizione venezuelani per organizzare proteste contro il governo. Chavez si è lamentato del fatto che questi siti vengano usati per diffondere notizie infondate.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il presidente venezuelano Hugo Chavez. REUTERS/Miraflores Palace/Handout (VENEZUELA - Tags: POLITICS BUSINESS TRANSPORT) FOR EDITORIAL USE ONLY. NOT FOR SALE FOR MARKETING OR ADVERTISING CAMPAIGNS</p>