Cina avverte Google in attesa di risoluzione controversia

venerdì 12 marzo 2010 12:44
 

PECHINO, March (Reuters) - La Cina ha lanciato oggi un avvertimento al colosso dei motori di ricerca Google, invitandolo nuovamente a rispettare le leggi del paese, mentre cresce l'attesa per la risoluzione della controversia su censura e attacchi informatici.

L'amministratore delegato di Google, Eric Schmidt, spera di annunciare presto il risultato dei colloqui con le autorità cinesi in merito a un motore di ricerca privo di censure.

"Google ha spiegato le sue ragioni, sia privatamente che pubblicamente", ha detto il ministro dell'Industria e dell'Information Technology cinese, Li Yizhong, pur non confermando i colloqui diretti con la società americana.

Il colosso americano ha creato scompiglio, a livello economico e politico, denunciando lo scorso 12 gennaio attacchi informatici provenienti dalla Cina, che hanno coinvolto anche altre 30 aziende, e minacciando di abbandonare il mercato cinese.

"Se non rispettate le nostre leggi, siete irresponsabili e prepotenti, e le conseguenze saranno solo colpa vostra", ha detto Li a chi gli domandava un commento sull'eventualità che Google.cn decida semplicemente di rimuovere i filtri alle sue ricerche.

Li, poi, si è complimentato con il gigante dei motori di ricerca per l'aumento al 30% delle sue quote nel mercato cinese, dal lancio di google.cn tre anni fa, e ha anche detto che un aumento delle quote di mercato di Google è ben accetto se nel rispetto della leggi nazionali.

Il ministro, infine, ha detto che spetta alla società californiana decidere se rimanere o meno nel mercato cinese.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Eric Schmidt, amministratore delegato di Google, in foto d'archivio. REUTERS/Thaier Al-Sudani</p>