In arrivo il test del Dna per identificare le razze dei meticci

giovedì 11 marzo 2010 15:26
 

MILANO (Reuters) - Non sai chi sia esattamente il tuo migliore amico e vuoi capire da cosa derivi la sua fedeltà? In arrivo in Italia Dna Box, primo strumento per identificare il patrimonio genetico dei cani che permette di rilevarne lignaggio e connessi rischi di salute.

Il test del Dna, sviluppato negli Stati Uniti da BioPetVetLab in collaborazione con l'italiana MI-MO Pet, consente di individuare le razze presenti nel patrimonio genetico dei cani grazie al metodo di genotipizzazione. Ricorrendo ad un software, infatti, l'analisi confronta i genotipi dei meticci con quelli delle 62 razze presenti nella banca dati del laboratorio traducendo l'analisi in un semplice documento, un "attestato di patrimonio genetico".

Il Dna Box si inserisce in un mercato già florido che conta diversi milioni di padroni che spendono, complessivamente, 3,5 miliardi di euro per l'alimentazione, la cura e i vezzi dei loro fidi compagni.

Sapere qual è il patrimonio genetico di un cane può aiutare a "conoscerne meglio i bisogni, la personalità" e "prevenire potenziali rischi nei confronti delle patologie più frequenti in ogni razza", dicono in una nota diffusa oggi gli ideatori di questo prodotto.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un cane in una foto d'archivio. REUTERS/Phil Noble (BRITAIN - Tags: ANIMALS SOCIETY)</p>