Google conferma suo stop a censura in Cina, pronti a conseguenze

mercoledì 10 marzo 2010 18:48
 

WASHINGTON (Reuters) - Google non ha cambiato idea in merito all'intenzione di mettere fine alla censura sul suo motore di ricerca in cinese, anche se questo significasse abbandonare il mercato.

Lo ha detto oggi un alto dirigente della società alla commissione Affari esteri della Camera dei rappresentanti Usa.

Nicole Wong, vice presidente e vice consigliere generale dell'azienda, ha detto alla commissione che Google vuole fermare la censura e che "(se) la scelta ci porterà a chiudere il portale (www.google).cn e lasciare il paese, siamo pronti a farlo".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Logo di Google nei pressi del quartier generale di Pechino. Foto d'archivio. REUTERS/Jason Lee</p>