Itc Italia, Assinform: atteso calo 3,1% in 2010 dopo -8,1% 2009

mercoledì 10 marzo 2010 15:46
 

MILANO (Reuters) - Se 2009 è stato un "annus horribilis" per il mercato mondiale dell'Ict, le previsioni di Assinform indicano anche per il 2010 un anno molto difficile. Le stime dell'associazione del settore vedono per l'anno in corso una contrazione del 3,1% in Italia, che segue quella dell'8,1% subita lo scorso anno. Quello del nostro paese è uno tra i cali più consistenti, essendo la decrescita media mondiale del settore pari al 5,4%.

L'arretramento italiano nel 2009 vale 1.657 miliardi di euro e coinvolge tutti i sotto-comparti del mercato: hardware (-14,8%), software (-3,6%), servizi (-6,5%), e riguarda tanto le grandi imprese (-10,3%) quanto le medie (-7,3%) e le piccole (-8,0%).

"Sebbene l’IT, con 400.000 addetti e 97.000 imprese, sia il quarto settore industriale del paese, il suo impatto economico e occupazionale è largamente sottovalutato dalle istituzioni", afferma attraverso una nota il presidente di Assinform Piero Angelucci. "L’It italiana, già provata dalla perdita di 16.000 posti di lavoro nel 2009, se i dati di previsione verranno confermati rischia nel 2010 di lasciare a casa altri 8.000 addetti".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Chip in foto d'archivio. REUTERS/Nicky Loh</p>