Microsoft: resteremo in Cina nonostante polemica Google

venerdì 5 marzo 2010 10:56
 

PECHINO (Reuters) - Microsoft ha annunciato oggi che continuerà a perseguire la propria strategia di sviluppo per il mercato delle ricerche Internet cinese senza preoccuparsi del risultato della polemica di Google con Pechino.

Microsoft ha mantenuto un profilo relativamente basso in Cina da quando Google ha annunciato la sua decisione di un possibile ritiro dal mercato per le questioni relative alla censura e anche per un attacco contro le sue reti che ritiene sia partito dalla Cina.

L'amministratore delegato di Microsoft Steve Ballmer aveva già detto che la società non ha in progetto di ritirarsi dalla Cina, indicando che era improbabile che volesse seguire Google nella sfida al sistema cinese, che impone alle aziende Internet di autocensurare i propri siti su argomenti "sensibili".

"Indifferente al fatto che Google resti o meno, noi promuoveremo con energia le nostre ricerche e il cloud computing (in Cina)", ha detto a Reuters Zhang Yaqin, presidente del gruppo di Ricerca e sviluppo di Microsoft per la regione Asia-Pacifico.

Zhang ha aggiunto che Microsoft ha in programma di investire circa 500 milioni di dollari in ricerca e sviluppo in Cina quest'anno, e altri 150 milioni su progetti in outsourcing.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Una presentazione del sistema operativo di Microsoft Windows 7. REUTERS/Nicky Loh</p>