Telecom Italia solida, situazione non è sfuggita di mano

giovedì 4 marzo 2010 11:42
 

MILANO (Reuters) - Telecom Italia, in merito all'inchiesta che ha toccato la controllata TI Sparkle, dice di essere un'azienda seria e solida e che la situazione non è sfuggita di mano, come indica qualche commentatore.

Lo dice l'AD Franco Bernabè, in una lettera ai dipendenti.

"Come voi, sono profondamente turbato per il fatto che purtroppo la nostra azienda sia finita sui giornali non per i risultati che stiamo ottenendo come operatore leader nel settore delle telecomunicazioni ma per motivi di ben altra natura", dice la comunicazione ai dipendenti.

L'AD ricoda che i fatti contestati risalgono a "più di due anni fa", ma che questo "non fornisce alcuna consolazione a chi come noi, pur svolgendo il proprio lavoro con la massima serietà e professionalità, , si vede comunque accerchiato da questo assordante rumore di fondo".

Capisco il rammarico e il risentimento "quando queste vicende sono descritte da qualche commentatore come una presunta dimostrazione che pratiche come quelle oggetto delle indagini siano da considerarsi la norma e che la situazione sia sfuggita di mano. Non è assolutamente così".

"In questi due anni in Telecom Italia abbiamo preso una serie di provvedimenti importanti per evitare che episodi che in passato hanno danneggiato la nostra reputazione possano ripetersi in futuro", aggiunge la lettera.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Franco Bernab&egrave;, amministratore delegato Telecom Italia, in foto d'archivio. REUTERS/Alerssandro Bianchi</p>