Bbc taglierà spese per radio e web

martedì 2 marzo 2010 14:11
 

LONDRA (Reuters) - L'emittente pubblica britannica Bbc si prepara a chiudere alcune stazioni radio, a tagliare le spese per il sito web e a limitare altre voci di bilancio in risposta alla pressioni delle concorrenti commerciali e del mondo politico.

L'annuncio odierno della British Broadcasting Corporation arriva mentre sono in vista le prossime elezioni generali e fa seguito a una crescente polemica pubblica tra l'azienda, alcuni concorrenti e parlamentari che l'accusano di un'espansione non necessaria in un momento in cui le emittenti commerciali devono affrontare difficoltà dovute alla recessione.

James Murdoch, considerato l'erede del padre Rupert Murdoch alla guida dell'impero dei media di News Corp, ha definito la portata e i disegni dell'emittente pubblica "agghiaccianti".

Sindacati e analisti hanno anche interpretato la mossa come un tentativo dell'azienda di attuare i suoi piani alla vigilia delle elezioni, che probabilmente porteranno al taglio della spesa pubblica.

"Il pubblico paga il conto della Bbc ed è giusto che essa si evolva costantemente per venire incontro alle attese", ha detto Michael Lyons, capo del Bbc Trust, che ora valuterà le proposte. "La revisione della strategia è un punto chiave di quel processo".

La Bbc, rinomata per il suo servizio informativo e per programmi e commedie come "The Office", riceve 3,6 miliardi di sterline l'anno grazie alla tassa pagata da chi possiede un televisore. L'emittente ha detto di voler spostare circa 600 milioni di sterline l'anno per finanziare contenuti di maggiore qualità.

Il ministro britannico dei media, Ben Bradshaw, che in precedenza aveva sostenuto la necessità di mettere un freno all'azienda, ha detto che accoglie positivamente le idee della Bbc e ha chiesto che sia consultato anche il pubblico.

Il direttore generale della Bbc Mark Thompson ha detto che raccomanderà di dimezzare il numero delle sezioni del sito web e di spendere il 25% in meno all'anno per il sito entro il 2013. Thompson ha anche proposto di chiudere Radio 6 Music, l'Asian Network e i canali Bbc Switch e Blast.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il logo della Bbc a Londra. REUTERS/Stephen Hird (BRITAIN)</p>