Web, privacy: Ue chiede a Google modifiche a Street View

venerdì 26 febbraio 2010 11:29
 

BRUXELLES (Reuters) - Le autorità europee per la protezione dei dati personali hanno chiesto a Google di dimezzare il periodo di conservazione delle immagini nel controverso servizio Street View, per timori sulla privacy.

Lanciato a San Francisco nel 2007, Street View permette agli utenti di camminare virtualmente nelle strade delle città, godendo di una vista a 360° e ammirando -- grazie alle immagini riprese dai veicoli di Google, dotati di fotocamere -- vie, palazzi, traffico, edifici e persone.

I critici del servizio -- che si è poi diffuso in molti altri Paesi, Italia compresa -- accusano Google di non oscurare le immagini "sensibili", e di impostare le fotocamere in modo da scavalcare recinti, muri e siepi per riprendere le proprietà private.

In una lettera inviata al global counsel della compagnia, Peter Fleischer, le autorità europee hanno chiesto al colosso di Mountain View di dimezzare il tempo di conservazione delle immagini, che attualmente ammonta ad un anno.

"Il gruppo di lavoro è convinto che conservare le copie non camuffate delle immagini per sei mesi al massimo sarebbe il giusto bilanciamento tra protezione della privacy e capacità di eliminare i falsi positivi", si legge nella lettera, che reca la data dell'11 febbraio.

Il gruppo di lavoro, che è composto dai garanti della privacy degli Stati membri dell'Ue, consiglia la Commissione Europea sulle leggi per la protezione dei dati.

Il commissario europeo alla Giustizia Viviane Reding ha detto che terrà monitorata la questione dei dati personali.

"In Europa, abbiamo alti standard per la protezione dei dati. Mi aspetto che tutte le compagnie agiscano seguendo le regole del gioco", ha detto in una nota.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il logo di Google REUTERS/Robert Galbraith</p>