Pedofilia online, arrestati maestro e studente, 60 perquisizioni

mercoledì 24 febbraio 2010 08:50
 

ROMA (Reuters) - La polizia ha arrestato due persone in flagranza di reato, mentre cinque risultano indagate, al termine di un'operazione contro il fenomeno della pedofilia online.

Lo si legge in una nota, dove si spiega che un'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa nei confronti di un insegnante di scuola primaria, l'altra nei confronti di uno studente. Nell'ambito dell'operazione sono state eseguite 60 perquisizioni in 37 città italiane.

E' stato un agente della polizia postale di Reggio Calabria, fanno sapere gli inquirenti, a prendere contatto con uno degli indagati, fingendosi minorenne. Dopo un breve periodo di conversazioni, si legge nella nota, l'uomo ha ceduto all'agente immagini pedopornografiche, dalle quali è stato possibile risalire ad altri 55 utenti del web intenti a scaricare e condividere immagini vietate.

Nel corso dell'operazione, fanno sapere i militari, sono stati sequestrati 92 computer, 83 hard disk esterni, 28 pendrive e 3.120 supporti ottici.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Computer in un centro media. REUTERS/Ints Kalnins</p>