Google e Apple, pressioni sul "nuovo" mondo dei cellulari

venerdì 12 febbraio 2010 13:40
 

HELSINKI/LONDRA (Reuters) - Alla fiera internazionale del cellulare della prossima settimana a Barcellona è in programma un evento in cui verranno misurati i lanci delle persone che vorranno scagliare uno smartphone di Nokia fornito per l'occasione, metafora dei tentativi di Nokia di volare più in alto.

Ma la gravità potrebbe non aiutare il più grande produttore di cellulari al mondo, dato il progressivo spostamento dell'industria da oltre 120 miliardi di euro verso servizi e software.

Inoltre, il ruolo crescente esercitato della notorietà del marchio sta agevolando concorrenti come il produttore di iPhone Apple e Google.

Per la prima volta, Nokia quest'anno ha rinunciato al Congresso Mondiale del Cellulare, altra moda imposta da Apple, rifuggendo dall'evento corale per concentrarsi in una manifestazione propria creata ad hoc per l'occasione.

Nokia ospiterà alcuni incontri, ma si dice che non ha intenzione di lanciare nuovi modelli di cellulari.

Allo stesso tempo la fiera sarà invasa dai nuovi cellulari che usano Android, piattaforma di Google.

Gli altri grandi produttori in gioco, Microsoft, Samsung e Sony Ericsson, si sono dibattuti per seguire il sentiero di Apple e Google, a partire dal primo lancio dell'iPhone avvenuto a metà del 2007.

Nokia è considerato il concorrente con la migliore posizione concorrenziale per respingere l'offensiva dei due sfidanti grazie al suo sistema operativo, ai suoi investimenti in servizi e all'economie di scala raggiunte, nonostante la sua redditività sia stata superata dai risultati raggiunti dal settore telefonico di Apple.

Nel tentativo di replicare il successo di Apple nel vendere software per cellulari attraverso il suo App Store, Nokia, Microsoft e altri hanno aperto negozi online, conseguendo però un successo limitato.

"Tutti stanno lottando: tanta pubblicità e pochi soldi", dice Dana Porter, vice presidente del produttore di software Amdocs, commentando il mercato della telefonia mobile.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Visitatori della fiera internazionale del cellulare, edizione del 2009. Foto d'archivio. REUTERS/Albert Gea</p>