La prossima minaccia agli e-book a 9,99$ di Amazon? Murdoch

mercoledì 3 febbraio 2010 14:49
 

NEW YORK (Reuters) - Fate scorta di e-book a 9,99 dollari finché potete, perché potrebbero presto diventare più costosi.

Il numero uno di News Corp Rupert Murdoch, a capo di un impero mediatico che comprende anche HarperCollins -- casa editrice che pubblica autori come Michael Crichton e Janet Evanovich --, ha detto ieri di ritenere che i prezzi a cui Amazon.com vende i libri elettronici siano troppo bassi.

Per alzarli, il magnate vuole rinegoziare l'accordo in vigore con la società, che -- ha spiegato -- sembra "pronta a sedersi di nuovo" al tavolo delle trattative.

"Non ci piace la strategia di Amazon di vendere tutto a 9,99 dollari", ha risposto Murdoch ad una domanda sui libri elettronici postagli nel corso di una conference call con gli analisti. "Credo che svaluti i libri e danneggi tutti i rivenditori di libri 'di carta' ".

Amazon non ha ancora risposto alla richiesta di commentare le dichiarazioni del magnate.

Se HarperCollins riuscisse a rinegoziare l'accordo, l'attuale politica dei prezzi di Amazon verrebbe probabilmente affossata.

Qualche giorno fa, Amazon ha ceduto alle pressioni di un'altra casa editrice, Macmillan, che le chiedeva di vendere a 12,99 o 14,99 dollari i propri titoli.

Se da un lato il prezzo contenuto degli e-book è stato fondamentale nella diffusione dell'e-reader Kindle perché permette agli utenti di ammortizzare il costo del dispositivo, dall'altro ha messo Amazon ai ferri corti con le case editrici, convinte che danneggerà la vendita dei più costosi libri "reali".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Rupert Murdoch, amministratore delegato di News Corp, in foto d'archivio. REUTERS\Jason Reed</p>