February 2, 2010 / 12:19 PM / 7 years ago

Amazon cede su e-book più cari: potrebbe diventare un precedente

3 IN. DI LETTURA

<p>La presentazione di un lettore Amazon Kindle.Dani Cardona</p>

SAN FRANCISCO (Reuters) - La battaglia sui prezzi persa da Amazon.com, che ha dovuto cedere alle richieste di un grande editore, potrebbe spingere altri a fare altrettanto, pregiudicando i prezzi bassi per i libri elettronici, cosa che potrebbe potenzialmente avere ripercussioni sulla vendita di lettori elettronici, come il Kindle di Amazon.

E le notizie dicono che per la prima volta il primo sito al mondo di commercio online, e il suo lettore leader di mercato Kindle, potrebbero presto essere sfidate dalla rivale Apple nella transizione di massa ai libri digitali.

Le azioni di Amazon sono precipitate sino al 9% nelle contrattazioni, prima di chiudere a meno 5,21% ieri. Scendendo di un altro 2,4% a 115,98 dollari nell'after hours.

"Il pensiero è: ci saranno ora altri editori che vorranno rinegoziare le loro offerte su Amazon.com... è una cosa che potrebbe colpire il loro intero business model", dice lo stratega capo derivati di TD Ameritrade Joe Kinahan.

L'arrivo del decantato iPad di Apple nel fiorente mercato del libro digitale ha già innescato una reazione a catena, con editori ansiosi di proteggere i loro margini di profitto contro il desiderio di Amazon di tenere i prezzi bassi.

Domenica, Amazon ha avvisato i clienti di aver ceduto alle richieste dell'editore Macmillan, che ha insistito sul far pagare da 12,99 a 14,99 i suoi libri venduti nella libreria digitale per Kindle, contro lo standard di Amazon che è di 9,99 dollari.

Secondo quanto ha scritto il New York Times, questi prezzi riflettono i termini dell'accordo che cinque dei sei più grandi editori hanno stabilito per la vendita per il nuovo apparecchio multimediale di Apple, l'iPad.

Amazon ha insistito su prezzi bassi e selezione come principali motivi di interesse per i consumatori, cosa che ha contribuito a spingere i profitti di Amazon in aumento sino al 42% nel suo ultimo trimestre.

La politica dei prezzi è stata cruciale per spingere la crescita di Kindle dal suo lancio nel 2007, ma ha anche creato attrito fra Amazon e gli editori. I principali editori si lamentano del fatto che la politica dei prezzi bassi nelle versioni digitali dei loro libri "cannibalizzerà" le vendite dei loro libri di carta, che costano di più.

La posizione dominante di Amazon negli e-book le ha dato la forza contrattuale per ottenere prezzi più bassi; sino a quando Apple è spuntata sulla scena con iPad ed iBookstore la settimana scorsa.

Per l'analista di Bgc Partners Colin Gillis, la concessione a Macmillan è "solo la prima ripercussione sul Kindle di Amazon e sull'attività di e- book dal recente annuncio del prodotto Apple".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below