Bill Gates dice che Internet deve diffondersi in Cina

lunedì 25 gennaio 2010 20:36
 

WASHINGTON (Reuters) - Il fondatore di Microsoft Bill Gates ha detto oggi che Internet deve diffondersi in Cina come motore della libertà di parola e ha descritto la censura ufficiale sulla Rete esercitata da Pechino come "molto limitata".

Rispondendo, in un'intervista con il programma Good Morning America della Abc, a una domanda sulla disputa di Google con la Cina, Gates ha messo in chiaro che Internet è soggetto a diversi tipi di censura in tutto il mondo ma è stato in grado di promuovere con successo l'apertura mentale e lo scambio di idee.

"Serve prendere una decisione: vuoi rispettare le leggi del Paese in cui ti trovi o no? Se no, non dovrai interrompere i tuoi affari lì", ha risposto Gates, l'uomo più ricco al mondo, senza mai menzionare Google.

"I tentativi cinesi di esercitare una censura su Internet sono stati molto limitati. E' facile aggirarli e credo che far sì che Internet prosperi lì sia molto importante", ha aggiunto.

L'intervista giunge mentre la Cina cerca di difendere le limitazioni imposte a Internet circa due settimane dopo che Google ha detto di non volere più filtri nel proprio sito cinese Google.cn. La compagnia ha detto di essere preoccupata per gli attacchi online da parte di hacker provenienti dalla Cina.

Le proteste di Google hanno ricevuto il sostegno della Casa Bianca, ma la Cina ha risposto con accuse secondo cui Washington starebbe usando Internet per sostenere rivolte in Iran.

Gates, 54 anni, co-fondatore di Microsoft, resta il presidente della compagnia ma tende a concentrare la propria attenzione su attività filantropiche attraverso la Bill & Melinda Gates Foundation, che gestisce assieme alla moglie Melinda e al padre William Gates Sr.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia