Chambers (Cisco): controversia fra Cina e Google si risolverà

lunedì 25 gennaio 2010 14:48
 

RIYADH (Reuters) - L'amministratore delegato di Cisco Systems ha detto oggi di prevedere che la controversia tra Google e la Cina si risolverà, dicendo che la vicenda fa parte di un "naturale dare e avere".

Nei giorni scorsi, Google ha fatto sobbalzare gli investitori e la Cina minacciando di ritirarsi dal Paese governato dal Partito Comunista per una questione di censure e intrusioni di hacker.

"Penso che ci sarà un naturale dare e avere tra tecnologia e Paesi, un naturale dare e avere tra Paesi", ha detto ai giornalisti John Chambers ai margini di una conferenza nella capitale saudita, rispondendo ad una domanda su timori di possibili ripercussioni per Cisco.

"Sono molto ottimista sul fatto che le questioni si risolveranno a prescindere dalle differenze. Sono 25 anni che faccio affari con la Cina, ho molta fiducia in questa leadership cinese ed ho molta fiducia in Internet, e ho molta fiducia nella leadership americana".

Google ha detto di essere stata oggetto assieme ad altre società di sofisticati attacchi di spionaggio informatico dalla Cina che hanno preso di mira anche alcuni dissidenti cinesi.

A parte, Chambers ha detto di prevedere una ripresa quest'anno per l'economia globale anche se non ha voluto commentare le previsioni di Cisco.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>John Chambers, amministratore delegato di Cisco Systems, in una foto d'archivio. REUTERS/Steve Marcus</p>