Venezuela, a tv via cavo ordinato stop a stazione anti-Chavez

domenica 24 gennaio 2010 11:53
 

CARACAS (Reuters) - Il governo venezuelano ha ordinato alle reti via cavo di interrompere la diffusione di una stazione tv d'opposizione che il presidente Hugo Chavez aveva già costretto, tra le critiche internazionali, a smettere di trasmettere in chiaro nel 2007.

I leader dell'opposizione accusano Chavez, di sinistra, di cercare di prendere il controllo dei media privati per impedire la diffusione di notizie sul crescente scontento dell'opinione pubblica. I sostenitori di Chavez sono invece favorevoli ai provvedimenti, giustificandoli con gli eccessi dei media, tra cui il sostegno al fallito golpe del 2002.

Ieri il ministro dei Lavori Pubblici Diosdado Cabello ha detto che la programmazione delle reti via cavo può riguardare solo stazioni che rispettano la legge venezuelana sulle trasmissioni. Il governo ha comunicato venerdì scorso alla stazione tv d'opposizione Rctv che la sua programmazione viola la legge.

"Questi gentiluomini che fanno affari fornendo tv via cavo... devono rispettare la legge", ha detto il ministro ieri in una conferenza stampa. "Non possono avere nella loro programmazione alcun canale che non rispetti questa legge".

Il provvedimento sulle trasmissioni sostenuto da Chavez limita i contenuti per adulti e i linguaggio scurrile in certi orari e impone alle catene di trasmettere i discorsi di Chavez, che talvolta durano ore.

Nel 2007 Chavez negò a Rctv il rinnovo della licenza di trasmissione, accusando il canale tv di aver partecipato al tentato colpo di Stato contro di lui.

La decisione fu criticata dalle associazioni internazionali per la libertà di stampa e dal governo Usa, che accusarono Chavez di cercare di limitare la libertà di parola. Rctv creò allora una stazione tv via cavo "internazionale" con sede a Miami, negli Usa, per evitare le limitazioni.

Ma il governo di Caracas ha stabilito che l'emittente è ancora soggetta alle restrizione perché la maggior parte dei suoi contenuti sono prodotti in Venezuela.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il presidente venezuelano Hugo Chavez. REUTERS/Edwin Montilva</p>