Videogiochi di guerra, nuovi lanci per il pubblico adulto

giovedì 21 gennaio 2010 15:12
 

RALEIGH, Carolina del Nord (Reuters) - E' in arrivo per tutte le console una raffica di videogiochi di guerra, di cui parte destinati a un pubblico non più giovanissimo.

La popolarità dei giochi di simulazione militare trova riscontro nel grande successo di "Call of Duty: Modern Warfare 2" che, pubblicato da Activision Blizzard, è riuscito a vendere milioni di copie incassando oltre 700 milioni di euro in tutto il mondo

Sony è l'ultimo produttore a offrire un gioco di questo genere con "Massive Action Game" (Mag) in cui fino a 256 personaggi, numero massimo di giocatori mai permesso da un videogioco, si sfideranno in un'ambientazione raffigurante una grave crisi petrolifera globale.

"I principali utilizzatori dei giochi 'shooter' sono maschi di età compresa tra 13 e 34 anni che rappresentano più del 60% della domanda di videogiochi", spiega Michael Cai, vicepresidente del settore ricerca per videogame di Interpret, aggiungendo che "uomini più adulti e donne si stanno progressivamente avvicinando a questo genere".

Mike Snider, giornalista Usa specializzato in videogame, sostiene che "i genitori e coloro che comprano videogiochi dovrebbero capire che i videogiochi non sono più giochi per ragazzini... I giocatori hanno in media 35 anni".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un ragazzo gioca in anteprima a "Call of Duty: Modern Warfare 2" durante un'evento organizzato per il lancio del prodotto a New York. REUTERS/Lucas Jackson</p>