Usa, Clinton: attacchi su web meritano "conseguenze"

giovedì 21 gennaio 2010 16:20
 

WASHINGTON (Reuters) - Il segretario di Stato Usa Hillary Clinton invoca conseguenze e condanne per coloro che realizzano attacchi informatici in un discorso che punta a rispondere alle preoccupazioni di Google riguardo alla Cina.

"Paesi o individui che mettono in atto attacchi informatici dovrebbero affrontare conseguenze e la condanna internazionale. In un mondo interconnesso, l'attacco alla rete di una nazione può essere l'attacco a tutte", ha detto Clinton in un discorso tenuto a Washington.

Il segretario di Stato ha anche detto che le tecnologie della rete portano vantaggi e svantaggi, dal momento che vengono utilizzate anche da al Qaeda per diffondere l'odio e dagli stati autoritari per reprimere il dissenso.

"Gli stessi network che vengono utilizzati dai movimenti per la libertà vengono altresì utilizzati da al Qaeda per diffondere l'odio e incitare la violenza contro gli innocenti", ha detto Clinton.

"E le stesse tecnologie - ha continuato il segretario di Stato Usa - che potenzialmente rendono più facile il contatto dei cittadini con il governo e facilitano la trasparenza possono essere controllate dai governi per reprimere il dissenso e negare i diritti umani".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Hillary Clinton e Barack Obama in una foto d'archivio. REUTERS/Jim Young</p>