Google dopo intrusioni indaga su possibili connivenze interne

lunedì 18 gennaio 2010 10:23
 

SHANGHAI (Reuters) - Google sta indagando per accertare se l'attacco informatico subito dal colosso della ricerca online a metà dicembre sia stato facilitato da uno o più dei suoi dipendenti.

Lo hanno detto oggi a Reuters due fonti.

Google, primo motore di ricerca al mondo, aveva detto la settimana scorsa di pensare ad un ritiro dal primo mercato di Internet, quello cinese, dopo aver scoperto di aver subito un "sofisticato" attacco informatico che ha provocato un furto di proprietà intellettuali.

Le fonti, informate della situazione, hanno detto a Reuters che l'attacco, mirato contro persone che hanno accesso a parti specifiche delle reti Google, potrebbero esser state facilitate da persone che lavorano nell'ufficio di Google in Cina.

"Non commentiamo voci o speculazioni. Questa è un'inchiesta in corso e semplicemente non possiamo commentarne i particolari", ha detto una portavoce di Google.

I media locali, citando fonti non identificate, hanno scritto che ad alcuni dipendenti di Google in Cina è stato impedito l'accesso alle reti internazionali dopo il 13 gennaio, mentre parte del personale è stato messo in aspettativa ed altri trasferiti ad altri uffici di Google in Paesi dell'Asia.

Google non ha commentato queste notizie.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>la sede Google a Pechino. REUTERS</p>