Telefoni Usa: Verizon riduce tariffe e allarga guerra dei prezzi

venerdì 15 gennaio 2010 18:06
 

NEW YORK (Reuters) - Verizon Wireless, primo operatore di telefonia mobile degli Usa, sta riducendo le tariffe dei servizi vocali di circa il 30%, una mossa che accelera la guerra dei prezzi in un mercato Usa del wireless ferocemente competitivo.

La scelta è destinata a porre pressione sui concorrenti come At&T e Sprint Nextel, secondo e terzo servizio di telefonia mobile negli Usa, spinti a fare altrettanto. La mossa è destinata anche a colpire concorrenti più piccoli come Leap Wireless International e MetroPCS Communications, che già offrono grossi sconti.

I titoli della controllante di Verizon Wireless, Verizon Communications sono scesi oggi dell'1,5%. Quelli di Vodafone Group, che detiene una quota di minoranza in Verizon Wireless, sono scesi dell'1,2% a Londra.

Verizon Wireless ha annunciato oggi che sostituirà il suo piano da 99,99 dollari con uno da 69,99 che comprende chiamate illimitate e uno da 89,99 che comprende anche messaggi di testo.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia