Panasonic sigla accordo record con Ibm per servizi mail

giovedì 14 gennaio 2010 09:40
 

BOSTON (Reuters) - Panasonic ha affidato a IBM il compito di creare un sistema di mail online per tutti i suoi 380.000 dipendenti, firmando il più importante contratto di cloud computing dell'intera industria informatica.

E' un importante successo per Ibm, che ha battuto rivali come Amazon.com, Google, Microsoft e Salesforce.com.

Il cloud computing fa riferimento all'utilizzo di risorse hardware o software distribuite in remoto direttamente dalla rete.

Le vendite di applicazioni cloud-based, tra le quali il servizio di mail, secondo i dati dell'azienda Gartner aumenteranno del 47% nel 2010, fino a toccare quota 9,6 miliardi di dollari.

"E' una specie di prova del nove, che consente a Ibm di progredire nel mercato", ha detto Robert Anderson, analista di Gartner.

Il capo dell'Ufficio Informazioni di Panasonic per le Americhe, Cassio de Oliveira, ha detto che l'azienda sta sostituendo i sistemi di mail utilizzati nelle Americhe, che montano ancora software e sistemi Microsoft, con quelli utilizzati in altre parti del mondo, che invece montano il sistema Lotus della Ibm.

De Oliveira ha anche specificato che è intenzione della Panasonic siglare altri importanti accordi per appaltare a imprese esterne altre componenti chiave della sua tecnologia.

L'accordo concluso con Ibm prevede, oltre al servizio mail, altri software cloud-based, come calendari, meeting online, file sharing e altri strumenti di collaborazione.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Hitoshi Otsuki, alto dirigente Panasonic, durante un'intervista a Tokyo. Immagine d'archivio. REUTERS/Yuriko Nakao</p>