Cellulari, LG cerca aumento vendite 20%, punta su Android

mercoledì 13 gennaio 2010 11:32
 

SEOUL (Reuters) - LG Electronics, terzo produttore di telefoni al mondo, punta ad aumentare le vendite di telefoni del 20% quest'anno riponendo le proprie speranze in Android, nuovo sistema operativo di Google, per rafforzare la sua offerta di smartphone.

Nel mercato in grande crescita degli smartphone l'azienda sudcoreana, che oltre ai telefoni produce anche televisioni ed elettrodomestici, si trova ad affrontare una dura competizione nel 2010 vista la posizione di debolezza nei confronti dei concorrenti come Apple, Research In Motion e Palm.

LG ha detto oggi che spera di vendere 140 milioni di telefoni cellulari quest'anno. L'anno scorso ne aveva venduti 117 milioni, superando l'obiettivo prefissato di 100 milioni e arrivando a coprire il 10 percento del mercato globale.

"Un solo dispositivo non ci aiuterà a sostenere il nostro business", ha detto durante una conferenza stampa Skott Ahn, presidente del gruppo LG e amministratore delegato della società che gestisce i prodotti telefonici. "Abbiamo bisogno di dar vita a un sistema dove clienti, operatori telefonici e produttori di software possano effettivamente creare e lavorare insieme".

Sebbene LG non abbia pianificato di sviluppare un proprio sistema operativo per i prodotti di telefonia cellulare, continuerà a lavorare su piattaforme comuni per offrire soluzioni più efficienti, aggiunge.

LG, che segue la finlandese Nokia e la conterranea Samsung Electronics nel mercato della telefonia, lancerà quest'anno circa 20 nuovi smartphone. Più della metà si baseranno sul sistema operativo creato da Google, l'Android.

LG ha detto anche che l'offerta del 2010 utilizzerà anche il software creato da Microsoft, il Windows Mobile, e il LiMo, basato sul sistema Linux.

Garner, società di analisi e di ricerca, si aspetta che il mercato degli smarphone cresca dai 179 milioni del 2009 a 525 milioni di unità nel 2012.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Skott Ahn, presidente di LG, in una foto d'archivio. REUTERS/Albert Gea</p>