Alcatel guida consorzio per rendere le tlc più "verdi"

lunedì 11 gennaio 2010 16:20
 

PARIGI (Reuters) Alcatel-Lucent ha formato un consorzio con operatori di telefonia, produttori di chip e università con l'obiettivo di inventare nuove tecnologie che riducano il consumo di elettricità nelle reti di comunicazione.

Il consorzio Green Touch metterà insieme migliaia di scienziati, affinché studino modi per migliorare architettura, circuiti, codici dei computer, cavi in fibra ottica e altri elementi che compongono la rete di comunicazione mondiale.

Bell Labs, la divisione che si occupa della ricerca di Alcatel-Lucent, guiderà l'iniziativa, che durerà cinque anni.

Il progetto avrà un budget di "decine di milioni di euro" e qualsiasi proprietà intellettuale generata sarà condivisa fra i membri, spiega in una intervista a Reuters Gee Rittenhouse, capo di Bell Labs.

"Dobbiamo reinventare tutti gli elementi della rete di comunicazione... La rete di oggi è ottimizzata per la performance, e richiede molta energia per funzionare. La rete di domani avrà alte performance, ma anche un consumo molto inferiore di energia".

Tra le altre società che fanno parte del consorzio ci sono AT&T, China Mobile, Telefonica, Portugal Telecom, Swisscom e Freescale Semiconductor.

Partecipano anche i laboratori di ricerca del Massachusetts Institute of Technology, Stanford e l'università di Melbourne.

Il progetto dimostra come la riduzione del consumo di energia stia diventando una priorità per gli operatori di tlc e i produttori di attrezzatture.

Alcatel-Lucent e i suoi rivali Ericsson e Nokia-Siemens Networks stanno tutti correndo per ridurre l'energia usata dai loro telefoni cellulari.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Ben Verwaayen, direttore generale di Alcatel-Lucent, in una foto d'archivio. REUTERS/Jacky Naegelen</p>