Amazon venderà versione più grande di Kindle in oltre 100 Paesi

mercoledì 6 gennaio 2010 12:15
 

LONDRA (Reuters) - Amazon.com è pronta a vendere una nuova versione più grande del suo lettore elettronico Kindle, destinato a studenti, uomini d'affari e lettori abituali di quotidiani, in oltre un centinaio di Paesi al prezzo di 489 dollari, dopo l'uscita del suo primo apparecchio lo scorso anno.

Amazon, che ha lanciato un più piccolo electronic reader senza fili lo scorso ottobre, ha detto che il nuovo modello Kindle Dx sarà disponibile per da ora e comincerà a essere fornito dal 19 gennaio.

Quando fu annunciato il lancio di questo nuovo prodotto, gli analisti non erano sicuri del suo successo spiegando che i consumatori finora avevano mostrato interesse per apparecchi sempre più piccoli e aggiungendo che il prezzo avrebbe costituito un freno per molti potenziali acquirenti visti i tempi di crisi economica.

Tuttavia Amazon, che non ha fornito dettagli sulla vendita del prodotto, ha spiegato che il Kindle Dx è stato studiato per essere uno strumento più semplice da usare con libri di testo e quotidiani, che spesso richiedono uno spazio maggiore per mostrare i contenuti.

Secondo Amazon il nuovo lettore permetterà agli utenti di leggere documenti personali ed è stato studiato per consentire agli uomini d'affari e ad altri di evitare di portare con sé molti documenti cartacei.

"Su base globale, i clienti amano il lettore con il monitor da 6 pollici e noi sappiamo che negli Usa questi clienti amano anche il Kindle Dx che ha uno schermo da 9,7 pollici", ha spiegato a Reuters Ian Freed, vice- presidente di Amazon Kindle.

Il Kindle Dx ha uno schermo da 9,7 pollici e avrà una superficie due volte e mezzo quella di un normale Kindle. L'apparecchio conterrà anche un lettore Pdf e permetterà di archiviare fino a 3.500 libri.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Ian Freed, vice presidente di Amazon Kindle, con in mano un e-reader Kindle. REUTERS/Dani Cardona</p>