Ngn, Calabrò: speriamo che le sperimentazioni convincano Telecom

martedì 15 dicembre 2009 16:48
 

ROMA (Reuters) - Il presidente dell'Autorità per le comunicazioni, Corrado Calabrò, si augura che l'esperimento di rete unica di nuova generazione (New Generation Network) che verrà avviato in Trentino convinca i vertici di Telecom Italia sulla bontà della scelta di realizzare attraverso una società fra tutti gli operatori la rete in fibra ottica ad altissima velocità.

Parlando con i giornalisti a margine di un convegno di Business International Calabrò ha aggiunto che "lavorando bene in un paio di mesi" si potrà dare il via alla prova.

"Mi auguro che l'esperimento del Trentino convinca Telecom Italia perchè senza di loro non si può fare nulla ", ha detto il presidente dell'Autorità.

Franco Bernabè, Ad di Telecom Italia, e Calabrò si stanno confrontando da mesi sulle modalità di realizzazione della rete ad altissima velocità, 50 o 100 megabit al secondo.

Calabrò guarda con favore al modello olandese dove una società veicolo fra tutti gli operatori è impegnata sul progetto.

Più prudente è invece Bernabè, che vuole verificare l'esistenza di un'effettiva domanda di banda più larga e i costi/benefici di una costruzione in condominio con i concorrenti. In più, ovviamente, Bernabè non vuole socializzare gratuitamente il potere di mercato di cui l'incumbent ancora può disporre.

Di qui è nata l'idea di realizzare un progetto specifico su cui verificare costi, vantaggi e mettere a punto le regole di accesso alla nuova rete..

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italian. Le top news anche su www.twittwer.com/reuters_italia

 
<p>Sede milanese di Telecom Italia in una foto d'archivio. REUTERS/Stefano Rellandini</p>