Berlusconi, procura Roma apre fasciolo su gruppi Facebook

lunedì 14 dicembre 2009 18:00
 

ROMA (Reuters) - La procura di Roma ha aperto un fascicolo sui gruppi sorti in queste ore su Facebook a sostegno di massimo Tartaglia, il 42enne che ieri ha aggredito e ferito al volto Silvio Berlusconi.

Lo riferiscono fonti giudiziarie, aggiungendo che la procura procede per istigazione alla violenza, sulla base di un'informativa inviata dalla polizia postale in cui si ipotizza che almeno una decina di gruppi costituiti sul social network abbiamo una forte connotazione violenta.

Il fascicolo si riferisce in particolare a due gruppi di discussione apparsi su Facebook: il primo si intitola "Dieci, cento, mille Massimo Tartaglia", l'altro inneggia genericamente all'uomo che ieri ha ferito il premier e reca la scritta "Berlusconi a morte".

Gli inquirenti hanno affidato alla polizia postale il compito di accertare la fonte da cui sono partiti questi due forum e prenderanno contatti negli Usa con la società che gestisce Facebook. Eventuali, ulteriori, iniziative nei confronti del social forum potrebbero essere adottate dalla magistratura romana tramite rogatorie internazionali.

La Procura di Roma nell'ottobre scorso aveva aperto un fascicolo sempre su un gruppo aperto su Facebook chiamato "Uccidiamo Berlusconi". Il reato ipotizzato era minacce gravi.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia