General Motors progetta l'auto del futuro: un videogioco

lunedì 7 dicembre 2009 12:50
 

e LOS ANGELES (Reuters) - General Motors Co, che si è battuta la maggior parte dello scorso anno per la sopravvivenza, ha permesso ai progettisti di sbizzarrirsi con un'idea dell'auto per i giovani del futuro: un veicolo virtuale monoruota capace di adattarsi al suo guidatore.

La novità Gm per la sfida al salone dell'auto di Los Angeles immagina un'applicazione software "Car Hero", che ricorda il celebre videogioco "Guitar Hero", destinato ad insegnare a guidare ai giovani automobilisti.

Come il guidatore progredisce dal primo livello, la struttura del veicolo si trasforma, in un mezzo a tre ruote con molta più velocità e manovrabilità.

All'ultimo livello, l'auto si trasforma in una "sfida estrema di guida", un veicolo monoruota con una serie di funzioni particolari. E per avanzare, il guidatore deve dimostrare un'abilità superiore a quella del sistema "autonomo" della vettura.

Gm immagina il guidatore di questa vettura estrema seduto al centro di un grande pneumatico sospinto da un motore a forma di razzo.

Quello di Gm è uno dei sei progetti di un concorso annuale, che chiede ai produttori di auto di immaginare cosa chiederà al mercato nel 2030 una nuova generazione di guidatori, cresciuti con telefonini, social networking e webcam.

Nissan Motor ha vinto il concorso, che per tradizione abbina elementi innovativi ad altri del tutto proiettati in un futuro immaginario, con la sua idea di "auto a griglia", immaginando una vettura integrata in autostrade del futuro dove corre un'alimentazione elettrica.

-- Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Logo della General Motors fuori da uno stabilimento di Francoforte. REUTERS/Kai Pfaffenbach</p>