Università su LinkedIn: Italia seconda in Europa

giovedì 3 dicembre 2009 15:31
 

MILANO (Reuters) - L'Italia è al secondo posto in Europa dopo i Paesi Bassi per numeri di universitari connessi a LinkedIn, in una classifica che vede l'Università la Sapienza di Roma al primo posto in Italia come utenti sul sito di social network.

E' quanto emerge dalla ricerca che il più grande network professionale al mondo (53 milioni di utenti, quasi 15 dei quali in Europa) ha svolto per capire quali sono le università più connesse al Web 2.0, nell'interazione con mondo del lavoro e business networking.

La Sapienza di Roma, rileva una nota di LinkedIn, si distingue anche per la capacità di creare network di relazioni professionali tra i suoi iscritti ed ex Alumni su LinkedIn.

Al secondo posto fra le università italiane più "collegate" all'interno della business community svetta il Politecnico di Milano, seguito dall'Università degli studi di Milano, dall'Università di Bologna e dall'Università Bocconi di Milano.

"Stiamo assistendo ad un continuo aumento nel numero delle università europee presenti su LinkedIn per mantenersi connesse agli studenti in corso oppure con agli ex Alumni", ha commentato in una nota Cristina Hoole, direttore marketing di LinkedIn in Europa.

"LinkedIn è uno strumento fondamentale anche per gli studenti che si preparano ad entrare nel mondo del lavoro, perché consente loro di creare la propria identità professionale on-line, di contattare professori ed esperti dell'industria e di individuare preziose opportunità per il loro primo impiego. Infine, grazie a LinkedIn gli studenti possono mettersi direttamente in contatto con i decisori delle aziende, un fattore chiave per avere successo nella ricerca di lavoro", ha aggiunto.

Nella classifica europea, dietro a Paesi Bassi e Olanda, per numeri di universitari connessi a LinkedIn figurano Gran Bretagna, Spagna, Francia e Germania.

CONSIGLI LINKEDIN AGLI STUDENTI

Fra le applicazioni di LinkedIn più utilizzate dagli studenti per la raccolta delle informazioni a supporto della propria tesi spiccano Slide Share, che consente di mettere on-line una presentazione in formato Power Point e di condividerla con altri colleghi o collaboratori, e Box.net files, che grazie alla funzione "MyBox Collaboration Folder" consente a più utenti di integrare i propri contributi in un unico folder di lavoro.   Continua...

 
<p>Reid Hoffman, presidente di LinkedIn. REUTERS/Fred Prouser (UNITED STATES MEDIA BUSINESS)</p>