Google offre agli editori limite di 5 articoli gratis al giorno

mercoledì 2 dicembre 2009 12:46
 

LONDRA (Reuters) - Google offrirà agli editori un modo per far pagare le notizie agli utenti senza dover rimuovere i propri contenuti da Google News, dopo che il colosso dei motori di ricerca era stato accusato da alcune aziende di generare profitti dalla pubblicazione di news online.

Google ha fatto sapere che si adeguerà al cosiddetto sistema First Click Free, ossia consentirà ai lettori di leggere gratuitamente cinque articoli di una determinata azienda, costringendoli però poi a pagare per le successive notizie.

L'azienda californiana ha reso noto che l'aggiornamento consentirà agli editori di concentrarsi su potenziali iscritti che accedevano ai loro contenuti in maniera regolare.

Josh Cohen, manager di Google, ha commentato: "Nel momento in cui i giornali stanno considerando la possibilità di far pagare l'accesso ai loro contenuti, alcuni editori si sono chiesti se avrebbero dovuto creare dei paywalls o avrebbero potuto conservare i propri articoli su Google News e Google Search".

"In effetti possono fare entrambe le cose - ha proseguito Cohen sul blog ufficiale di Google News - perchè l'una non esclude l'altra".

Alcuni media, nei giorni scorsi, hanno ventilato la possibilità che la News Corp di Rupert Murdoch stesse considerando l'ipotesi di rimuovere le proprie notizie da Google e stesse valutando la possibilità di rivolgersi a Microsoft per far pubblicare le proprie news sul suo motore di ricerca Bing.

News Corp, tra l'altro, ha adottato la strategia delle notizie a pagamento già per il Wall Street Journal e sta ponderando di fare lo stesso con il Times e il Sunday Times in Gran Bretagna.

Il sistema "First Click Free" è il modo con cui Google vorrebbe arginare il problema.

La gerarchia degli articoli su Google News, comunque, rimarrà invariata, sia che questi siano gratuiti o a pagamento.

"Il contenuto a pagamento potrebbe non avere lo stesso successo delle opzioni gratuite, ma (la gerarchia) non dipende da questo. E' basata semplicemente sulla popolarità di un contenuto per gli utenti e su quanti siti fanno riferimento a questo contenuto", ha fatto sapere Google.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il logo di Google. REUTERS/Mario Anzuoni</p>