AD Sky Italia vede ancora enorme spazio per crescere

domenica 29 novembre 2009 17:37
 

MILANO (Reuters) - Sky Italia, la piattaforma digitale via satellite facente capo a News Corp, vede ancora uno spazio enorme per far crescere il suo business e respinge l'idea che sia in atto una guerra con la sua principale concorrente, secondo quanto spiegato oggi dall'AD in un'intervista a un quotidiano.

Quest'anno Sky Italia e Mediaset, del premier Silvio Berlusconi, sono state protagoniste di uno scambio di azioni legali e di accuse antitrust, mentre Mediaset incrementa i suoi servizi sul digitale terrestre.

"E' vero che, secondo notizie di stampa, Silvio Berlusconi ha definito Sky 'un nemico' e che suo figlio Pier Silvio nei giorni scorsi ha usato termini come 'guerra'", ha detto Tom Mockridge in un'intervista con il Corriere della Sera.

"In realtà io continuo a credere che si tratti solo di competizione tra due aziende, di sana concorrenza sui contenuti, sulle offerte, sui modelli di business", ha precisato.

Sull'espansione, l'AD di Sky Italia ha confrontato la penetrazione della pay-tv in Italia -- che secondo il quotidiano è pari al 25% -- con il 93% tra le famiglie americane, il 60% in Gran Bretagna, e il 50% in Francia.

"In Italia insomma c'è ancora un enorme spazio per crescere", ha detto.

Sempre secondo l'AD, Sky non ha intenzione di trasmettere i suoi programmi sulla tv digitale terrestre perché non dispone di una capacità sufficiente per tutti i suoi canali in alta definizione ma "vedremo quali prospettive si apriranno con altre tecnologie, come per esempio la tv via Internet a banda larga".

In un altro articolo, sempre sul Corriere, il presidente di Mediaset Fedele Confalonieri ha detto che l'offerta di Sky Italia ha un carattere "monopolistico" perché "entri nel mondo Sky e rimani soltanto lì, mentre se entri nel digitale terrestre trovi Rai, Mediaset, La7 e tutti gli altri".

Confalonieri ha detto che con Sky "c'è concorrenza, non guerra".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un'immagine di archivio di un uomo che osserva alcuni monitor tv. REUTERS/Lee Jae-Won</p>