24 novembre 2009 / 09:32 / 8 anni fa

Murdoch nei guai se bloccherà Google su notizie, dicono analisti

<p>Il presidente e AD di News Corp., Rupert Murdoch.Hyungwon Kang</p>

NEW YORK (Reuters) - Dopo aver passato mesi a lamentarsi che Google sta danneggiando il settore dei quotidiani, Rupert Murdoch ora vuole passare all'azione.

Tuttavia la proposta del magnate potrebbe ledere prima di tutto proprio la sua News Corp anziché favorirla.

Murdoch sta valutando infatti di eliminare il pacchetto delle notizie di News Corp dai risultati delle ricerche su Google e sta parlando con Microsoft della possibilità di trasferirle sul suo motore di ricerca Bing. Secondo quanto riferito a Reuters da alcune fonti, Microsoft pagherà per questo servizio anche se non è ancora chiaro quanto.

Se Murdoch prenderà questa decisione, molto probabilmente verrà imitato dagli editori di altri quotidiani alla ricerca di nuovi modi per realizzare utili in un'era che ha visto fallire tutti quelli usati in precedenza.

I proprietari di quotidiani accusano Google di guadagnare dagli annunci pubblicitari posti accanto ai risultati delle ricerche online.

Tra i rischi della proposta di News Corp c'è quello di eliminare gli utili legati alla pubblicità, su cui vivono la maggior parte dei siti Web di notizie, qualora il traffico dovesse diminuire perché gli utenti di Google non riescono più a trovare le notizie. Inoltre non è chiaro come le autorità valuteranno questa decisione.

Google dirotta circa il 14% del traffico in entrata sui siti di notizie Usa di News Corp, tra cui quello del New York Post e di Fox News, secondo quanto stimato da Jeffrey Lindsay analista di Bernstein.

Se News Corp bloccherà l'accesso a Google, ha scritto in una nota agli investitori, colpirà solo se stessa.

Molte persone trovano notizie proprio su Google, che secondo comScore ha il 65% del mercato Usa delle ricerche.

Google fornisce ai media circa 100.000 click al minuto, secondo quanto riferito dal portavoce della compagnia, Gabriel Stricker. "Ciascuna di queste visite reppresenta un'opportunità di business per gli editori per la pubblicità e accaparrarsi lettori fedeli nel tempo", ha spiegato.

Far sì che il motore Bing di Microsoft diventi l'unico modo per cercare notizie significa eliminare una fetta di visitatori e ridurre la quantità di denaro che i siti Web di notizie possono chiedere agli inserzionisti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below