Israele, ultraortodossi protestano per sabato lavorativo Intel

domenica 22 novembre 2009 13:18
 

GERUSALEMME (Reuters) - Centinaia di ebrei ultraortodossi hanno manifestato oggi davanti al nuovo impianto di produzione di chip che Intel ha aperto in Israele, protestando perché il sabato - festa del riposo nella religione ebraica - l'attività lavorativa non viene sospesa.

La polizia ha disperso la folla e ha arrestato diversi manifestanti per condotta violenta, secondo quanto riferito da un portavoce della polizia.

I manifestanti sostengono che l'attività dell'impianto viola il riposo del sabato ebraico. Anche settimana scorsa si era svolta una manifestazione del genere davanti all'impianto.

L'episodio porta alla luce le tensioni tra la maggioranza laica degli israeliani e la minoranza ortodossa, che sostiene che lo stato ebraico discenda dalle antiche leggi religiose che vietano il lavoro e la guida di vetture di sabato.

Nei mesi scorsi, gli ultraortodossi hanno organizzato manifestazioni del genere per protestare contro l'apertura di un garage anche di sabato.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un ebreo ultraortodosso protesta fuori dallo stabilimento Intel. REUTERS/Gil Cohen Magen (JERUSALEM RELIGION CONFLICT BUSINESS)</p>