Visita di Obama, scettici molti utenti cinesi di Internet

lunedì 16 novembre 2009 12:00
 

SHANGHAI (Reuters) - L'appello del presidente Usa Barack Obama a favore della libertà del Web in Cina si è scontrato con reazioni tra la consapevolezza ed il cinismo di molti utenti cinesi di Internet, suggerendo che i suoi sforzi per conquistare i giovani del Paese devono ancora riuscire a centrare l'obiettivo.

Alcuni sono stati intensamente patriottici nei loro commenti, ricordando che il fatto che la Cina sia il principale creditore del debito pubblico Usa spiega la politica gentile di Obama, impegnato in un incontro aperto con gli studenti a Shanghai.

"Lo scopo della visita di Obama in Cina è quello di fare in modo che la Cina contribuisca alla salute dell'economia americana", ha detto uno dei cybernauti cinesi, XinDeGuiHui.

La Cina ha sbarrato l'accesso al popolare sito di social network Facebook da marzo e quello a Twitter da luglio, indicando come motivo la necessità di un'armonia sociale. La regione di frontiera dello Xinjiang non può più accedere a siti web esterni da quando lo scorso luglio scoppiarono rivolte etniche che hanno causato morti.

Portali cinesi come NetEase.com e Sina hanno contribuito a colmare queste lacune, con cloni di Facebook e Twitter e forum che pullulano di attività da parte dei 350 milioni di utenti cinesi di Internet, che sono di più dell'intera popolazione Usa.

"Tutti devono lavorare per guadagnarsi da vivere. Chi ha tempo per Obama? La Cina è così grande con così tante persone, saranno tutte capaci di dedicare tempo alla sua visita?", si legge in un post sui forum di notizie NetEase, firmato Lan Shi Zi.

Alcuni governi occidentali ed esperti di censura ritengono che il blocco cinese di Facebook e Twitter sia un piano per rafforzare la censura e controllare il flusso di informazioni.

"Sono un forte sostenitore dell'uso libero di Internet. Sono un grande avversario della censura", ha detto Obama all'evento aperto a Shanghai, dove ha risposto a domande di studenti universitari e di utenti che le hanno inviate via Internet.

"Posso dirvi che negli Usa, il fatto di avere la libertà di un accesso senza restrizioni a Internet è fonte di forza e penso dovrebbe essere incoraggiato".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il presidente Usa Barack Obama scende dall'Air Force One dopo essere atterrato a Pechino, oggi. Obama ha incontrato a Shanghai un gruppo di studenti. REUTERS/Jim Young</p>