Lusso e Web: arriva sito di aste online per ricchi e famosi

lunedì 9 novembre 2009 16:33
 

di Burton Frierson

NEW YORK (Reuters) - I milionari il cui astro è in calo hanno ora un posto dove vendere i loro mega-yacht, le super-automobili e i gioielli di famiglia senza doversi rivolgersi al banco dei pegni.

Apre i battenti ufficialmente oggi un sito di aste via Internet dedicato ai milionari e che probabilmente trarrà profitto dalla più grave recessione da decenni, di cui soffrono anche i ricchi e i famosi negli Stati Uniti.

La società BillionaireXchange ha annunciato di aver già avuto un ruolo nella vendita o nello scambio di beni per oltre 180 milioni di dollari nel corso della fase di prova durata 10 mesi, e di aver registrato un flusso di transazioni da parte di clienti Usa.

"Direi che nel mercato degli Stati Uniti questa è probabilmente la maggior parte di tipi di transazioni a cui assistiamo ora", ha detto a Reuters Quintin Thompson, cofondatore e partner esecutivo di BillionaireXchange.

"A causa delle attuali condizioni economiche negli Stati Uniti stiamo vedendo un sacco di gente che ha bisogno in realtà di disfarsi di certi beni di lusso e facilitare questa transazione in qualche luogo discreto e privato, in modo da non doversi vergognare o imbarazzare".

La società dice che il proprio sito web ambisce a sfruttare una nicchia di mercato tra i siti di vendite online come eBay, che sono a disposizione del grande pubblico, e le case d'asta come Sotheby's and Christie's che si occupano delle grandi opere d'arte e collezioni.

Data la natura e il prezzo dei beni, le case d'asta sembrerebbero dei possibili concorrenti. Ma il modello completamente online di BillionaireXchange rappresenta probabilmente una differenza chiave.

Il sito favorisce la vendite e gli scambi di qualsiasi cosa dalle opere d'arte e le antichità ai beni commerciali, le aziende e le case ipotecate.

Soprattutto, punta alla privacy e all'esclusività, chiedendo ai possibili membri un valore netto verificabile di almeno 2 milioni di dollari.

BillionaireXchange fa pagare a chi vende il 5% delle vendite, e dice di aver generato circa 8,75 milioni di ricavi in questo modo durante il periodo di prova.