Emi fa causa a sito BlueBeat.com per download canzoni Beatles

giovedì 5 novembre 2009 18:40
 

LONDRA (Reuters) - Emi, l'etichetta discografica dei Beatles, ha fatto causa al sito musicale americano BlueBeat.com, che avrebbe messo in vendita download di brani dei Fab Four senza averne l'autorizzazione.

"Emi non ha autorizzato la vendita del contenuto (del suo catalogo) su BlueBeat.com", ha detto un portavoce della casa discografica.

Emi ha confermato di aver intentato davanti ad un tribunale americano, all'inizio di questa settimana, una causa contro BlueBeat.com per la violazione delle leggi sul copyright.

BlueBeat.com offre canzoni a 25 centesimi l'una, a un quarto del prezzo medio praticato del principale megastore musicale on line, iTunes di Apple Inc.

E' in offerta, in particolare, una lunga lista di album dei Beatles, tanto in versione originale che rimasterizzata, nonostante la band non abbia ancora autorizzato i provider di musica a mettere on line il suo prezioso catalogo.

Solo un anno fa, l'ex Beatle Paul McCartney aveva rivelato che la band sarebbe stata favorevole all'idea di rendere la sua musica disponibile su i Tunes di Apple ma che i negoziati erano entrati in una fase di stallo.

La soluzione della disputa tra Apple e la società dei Beatles, Apple Corps Ltd, aveva fatto sperare i fan e i vertici della casa discografica che la via per la pubblicazione on line del catalogo fosse spianata.

McCartney aveva detto che la disputa che impedisce la vendita on line della musica dei Beatles è una questione tra la band ed Emi.

Aveva quindi aggiunto che la casa discografica voleva "qualcosa che non siamo pronti a darle".

Fonti dell'industria discografica hanno lasciato intendere che all'azione legale di Emi contro BlueBeat potrebbero seguirne di nuove da parte di altre major che hanno visto parte del proprio catalogo pubblicato sul sito.

 
<p>Fan comprano album dei Beatles in un megastore di New York. REUTERS/Shannon Stapleton</p>