E-commerce, vendite per le festività in Usa previste a +8%

lunedì 2 novembre 2009 19:20
 

NEW YORK (Reuters) - Le vendite online negli Stati Uniti dovrebbero aumentare dell'8% nel periodo delle festività natalizie, con i maggiori risultati segnati dai negozi web delle grandi catene di massa anche grazie agli sconti proposti. Lo anticipa oggi la società di ricerche Forrester.

La società prevede che le vendite online a novembre e dicembre raggiungano quest'anno i 44,7 miliardi di dollari, rispetto ai 41,4 miliardi del 2008, mentre ci si attende invece che le vendite complessive del settore retail segnino una diminuzione.

"Nonostante gli effetti lunghi della crisi finanziaria globale, lo spazio online resta il motore di crescita del settore commerciale", dice un rapporto di Forrester.

Nel 2008, le vendite complessive della stagione festiva segnarono il punto più basso in quasi 40 anni, dopo che i consumatori hanno stretto la cinghia nel timore della crisi. Le vendite online aumentarono solo del 5%, interrompendo una serie di aumenti a doppio zero, secondo i dati di Forrester.

Quest'anno, con la disoccupazione crescente e il minore accesso al credito, i venditori si preparano a un'altra stagione dura.

La National Retail Federation ha previsto che le vendite complessive calino dell'1%.

Nell'anno passato, i clienti hanno comprato prodotti meno cari da Wal-Mart Stores e in altre grandi catene.

"Ci aspettiamo che questo comportamento perduri durante questa stagione festiva, dato lo stato attuale dell'economia americana, il 24% degli acquirenti online nelle feste vogliono cercare alternative meno costose ai marchi che comprano di solito", dice il rapporto.

Infatti, Wal-Mart sta ampliando la propria offerta online. Walmart.com vende prodotti sanitari e di bellezza, e recentemente è entrata in una guerra dei prezzi con Amazon.com, riducendo fortemente il prezzo di libri in edizione rilegata molto pubblicizzati.

Da parte sua, Amazon, prevede che le vendite nel trimestre delle feste vadano ben oltre le stime preliminari di Wall Street.

Anche se le vendite online dovrebbero crescere, però, esse rappresentano ancora una piccola porzione delle vendite complessive per le feste. Nel 2008, le vendite festive ammontarono a 441,97 miliardi di dollari, secondo i dati della Nrf.