Poker online, Virgin punta al 5% del mercato italiano

lunedì 2 novembre 2009 16:07
 

MILANO (Reuters) - Virgin Group punta a una quota del 5% nel mercato italiano del poker online, secondo quanto riferito oggi dall'AD di Virgin Games, Simon Burridge.

Il settore del poker online del gruppo è gestito in partnership con l'italiana Cogetech SpA e Virgin ritiene che ciò possa aumentare le sue possibilità di successo e mantenere bassi i costi, secondo quanto riferito da Burridge a margine di una presentazione.

Sempre secondo l'AD, dopo il lancio "soft" di settembre, il poker online di Virgin conta 8.000 giocatori.

"Dopo sei settimane puntiamo al 5% del mercato nel giro di 12 mesi. Il mercato vale 200 milioni di euro", ha aggiunto.

Stando ai dati dell'Aams (Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato), dal lancio nel settembre 2008, le scommesse italiane legate al poker online hanno raggiunto i 221 milioni di euro a settembre.

Lottomatica, Snai e Sisal, che non è quotata, sono alcuni degli operatori del poker online.

Alcuni operatori stranieri ritengono che l'Italia sia un mercato difficile in cui sfondare.

 
<p>Richard Branson (a sinistra), fondatore e presidente di Virgin Group accanto al giocatore del Milan Clarence Seedorf. REUTERS/Stefano Rellandini</p>