Bartz: Yahoo! inizia "il ritorno verso la rispettabilità"

giovedì 29 ottobre 2009 11:45
 

SAN FRANCISCO (Reuters) - Yahoo! promette che triplicherà il suo margine operativo nei prossimi tre anni mentre l'azienda cerca di riavviare la crescita e riconquistare la fiducia degli investitori.

Nel corso di una presentazione agli analisti i dirigenti hanno detto ieri che la società ha posto rimedio a diversi difetti che l'hanno afflitta in passato, ha raccolto un vasto pubblico online come chiave del suo ritorno.

Yahoo ha anche annunciato in un documento separato alla Securities and Exchange Commission ieri che la scadenza per concludere un accordo sulla ricerca con Microsoft è stata prorogata. la precedente scadeva alla mezzanotte di martedì, Yahoo non ha detto a quando è stata fissata l'altra.

"Questo solo per assicurare che l'accordo finale abbia tutta la complessità richiesta da un patto decennale", ha detto l'amministratore delegato Carol Bartz a proposito della proroga, nel corso dell'evento al quale hanno partecipato dirigenti di diversi settori, dalle vendite alla progettazione, primo briefing di un giorno intero di Yahoo dal maggio 2006.

Il responsabile finanziario Tim Morse ha detto che l'azienda prevede di raggiungere margini operativi tra il 15 e il 20% entro il 2012.

I dirigenti hanno affermato che Yahoo centrerà i nuovi obbiettivi nel margine accelerando i profitti nei prossimi anni, senza specificare un particolare tasso di crescita.

Nell'ultimo trimestre concluso, gli utili di Yahoo sono scesi del 12% anno su anno, più o meno piatti trimestre su trimestre a 1,57 miliardi di dollari, con un margine operativo di circa il 6% nel terzo trimestre, che Bartz ha definito ieri "patetico".

"Oggi è l'inizio del percorso di ritorno verso la rispettabilità", ha detto Bartz.

"Eccoci sulla strada, una società di Internet di 14 anni che qualcuno ha reso noiosa", ha aggiunto.

Da quando Bartz ha preso il posto di amministratore delegato, lo scorso gennaio, l'azienda ha ridotto del 5% il suo personale, chiudendo diverse attività.

In luglio, Yahoo ha annunciato un accordo decennale con Microsoft per fornire tecnologia di ricerca, una partnership ideata per risparmiare sui costi e realizzare una sfida più consistente a Google, numero uno al mondo nella ricerca. Yahoo ha detto di prevedere la conclusione dell'accordo nel 2010.

 
<p>Una insegna di Yahoo! al quartier generale della societ&agrave;&nbsp;a Sunnyvale, California. REUTERS/Kimberly White</p>