23 ottobre 2009 / 10:51 / tra 8 anni

Asustek prevede nel 2010 crescita superiore a quella del mercato

<p>Un ragazzo guarda un laptop della Asustek nella vetrina di un negozio di elettronica di Taipei. REUTERS/Nicky Loh</p>

TAIPEI (Reuters) - Asustek, la casa che per prima ha lanciato i netbook, prevede che nel 2010 le forniture di pc portatili cresceranno più rapidamente rispetto al settore, secondo quanto riferito oggi dall‘AD Jerry Shen, in un contesto in cui torna a rafforzarsi la domanda di prodotti tecnologici anche grazie a una ripresa dell‘economia mondiale.

Ma secondo Shen anche il lancio di Windows 7, il nuovo sistema operativo di Microsoft, contribuirà a innescare un ciclo virtuoso per l‘hardware, incrementando le vendite dato che sia i consumatori che le aziende intendono cambiare i pc.

“Idc e Gartner prevedono vendite di circa il 30% per quest‘anno e noi speriamo di poter superare questa cifra”, ha detto Shen a margine di un evento per il lancio di Windows 7.

“Ci siamo posti come obiettivo quello di diventare uno dei tre maggiori produttori al mondo di notebook entro il 2011”.

A settembre, l‘azienda di Taiwan aveva previsto di fornire per quest‘anno circa 11-13 milioni di pc portatili.

Asustek è stata la prima casa, nel 2007, a proporre i netbook -- computer meno potenti ma dal prezzo più economico, ideali per le attività su Internet --, costringendo i principali concorrenti come Hp, Dell e Acer a stare al passo lanciando le proprie linee.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below