Sharp prevede scarsa offerta schermi Lcd fino a metà 2010

venerdì 16 ottobre 2009 17:53
 

SAKAI, Giappone (Reuters) - L'attuale carenza di schermi Lcd sul mercato potrebbe durare fino a metà del prossimo anno. Lo ha detto il responsabile di una delle unità della giapponese Sharp, con una mossa potenzialmente rivolta a puntellare la fiducia degli investitori nelle società produttrici di schermi a cristalli liquidi.

"L'offerta di display Lcd è ancora lontana dalla domanda e credo che questa situazione possa durare fino a metà del prossimo anno", ha detto Hiroshi Saji, presidente della Sharp Display Produtcts Corp.

L'offerta di display Lcd è stata piuttosto scarsa per via della forte domanda che c'è soprattutto nei mercati emergenti come Cina e Nord America, ha detto Saji, parlando a margine della cerimonia per il primo schermo Lcd prodotto dall'ultimo impianto della Sharp.

L'azienda giapponese, quarto produttore di Tv Lcd al mondo dopo Samsung, Sony e Lg, ha inaugurato ad inizio ottobre il nuovo impianto di schermi Lcd, particolarmente all'avanguardia, a Sakai, città della parte occidentale del Giappone.

Questo impianto, del valore di 4,7 miliardi di dollari, è in grado di produrre i cosiddetti substrati di vetro di decima generazione, che sono più grandi dei precedenti e consentono così una riduzione del costo unitario.

L'unità Sharp Display Products è totalmente di proprietà della Sharp, ma la Sony ha in programma un investimento da 68 miliardi di yen per ottenere un terzo di questa divisione, e poter così cooperare nel nuovissimo impianto di Sakai.

 
<p>Un addetto prepara un allestimento di schermi Sharp all'International Consumer Electronics Show di Las Vegas, gennaio 2009. REUTERS/Steve Marcus</p>