Sia-Ssb, Atos Origin conferma interesse in acquisizione

venerdì 16 ottobre 2009 10:29
 

PARIGI (Reuters) - Atos Origin Sa è ancora in corsa per l'acquisizione dell'italiana Sia-Ssb, società che gestisce i sistemi di pagamento delle banche italiane.

A darne l'annuncio in una conferenza telefonica con gli analisti è Gilles Grapinet, membro della direzione generale della società francese.

A contendersi la società Atos e il private equity Bridgepoint. Il 6 settembre è scaduto il periodo di esclusiva dato ad Atos senza che fosse finalizzata un'offerta.

Il gruppo Sia-Ssb, che ha chiuso il 2008 con un utile netto di 11,6 milioni a fronte di un giro d'affari per quasi 380 milioni di euro, vede tra i suoi soci: Intesa SP al 33%, Unicredit al 24%, Mps al 5,2%, Bnl al 4,5%, Istituto Centrale Banche Popolari al 4,3%, Telecom Italia al 4,1%, Ubi Banca al 3,6%, Banco Popolare al 2,6%, Deutsche Bank al 2,6%, Pop Milano al 2,4%.

 
<p>Una donna ad un bancomat dell'Unicredit, uno dei due principali azionisti della Sia Ssb, insieme al gruppo Intesa Sanpaolo. REUTERS/Stefano Rellandini</p>