India sarà leader globale servizi hi tech, dice Forbes

lunedì 12 ottobre 2009 14:23
 

MUMBAI (Reuters) - L'India si appresta a diventare leader globale nei servizi di tecnologia mentre le aziende di software diventano più importanti nella catena del valore e la ripresa dell'economia Usa fa i conti con un dollaro debole. E' quanto ha detto il presidente e amministratore delegato delle edizioni Forbes sabato scorso.

"Occorre distinguere tra i il pompare danaro in risposta all'emergenza immediata quando il sistema finanziario è vicino al collasso e quando la crisi immediata è finita", ha detto a Reuters Steve Forbes, 62 anni, a proposito della risposta del governo americano alla peggior crisi economica globale dai tempi della Grande Depressione.

"Quest'anno penso che il governo Usa abbia fatto una serie di errori che hanno rallentato la ripresa. Non hanno ridotto le tasse... riguardo al dollaro, non lo hanno stabilizzato. Lo hanno indebolito, cosa che colpisce il business degli investimenti, il flusso di capitale ed i piccoli business", dice.

Il ritmo della crescita economica in India dimostra che il Paese è stato capace di fronteggiare bene la crisi ma il governo dovrà lavorare per far crescere ulteriormente l'economia, ha detto.

L'economia indiana è cresciuta del 6,7% nel 2008/09, mentre è previsto un 6% nell'attuale anno fiscale.

Secondo Forbes, mentre ci vorranno decenni perchè l'India diventi concorrente degli Usa, ha già la capacità di essere un leader globale in alcuni settori come i servizi tecnologici.

"In alcuni campi sono protagonisti globali, saranno i leader", ha detto. Rilevando che aziende come Tata Consultancy Services, primo esportatore indiano di software e la sua concorrente Wipro stano già sviluppando complicati progetti di software.

 
<p>Steve Forbes in una foto d'archivio. REUTERS/Punit Paranjpe (INDIA SOCIETY HEADSHOT BUSINESS)</p>