Digital divide, Calabrò: piano governo ancora sulla carta

venerdì 9 ottobre 2009 16:25
 

CAPRI (Reuters) - Il piano e i fondi del governo per ridurre il digital divide ed estendere la copertura della rete a banda larga in Italia sono ancora sulla carta.

Lo ha detto il presidente dell'Agcom, Corrado Calabrò, intervenendo ad un convegno.

"Ho apprezzato senza riserve il piano del Governo - pari a 1,45 miliardi di euro - volto ad estendere, entro il 2012, la copertura della larga banda all'intero del Paese con soluzioni adsl di ultima generazione fino a 20 Mbit/s. Attualmente, infatti, solo il 40% delle famiglie italiane ha accesso alla banda larga, ma con grandi squilibri territoriali e con modesta velocità. Registro, però, che ad oggi - 9 ottobre - resta ancora sulla carta il finanziamento statale di 800 milioni, non ancora approvato dal CIPE, che di quel piano è la parte maggiore", ha detto il presidente dell'organismo di vigilanza sul settore.

Calabrò ha anche aggiunto che il blocco dei finanziamenti pubblici funziona da freno anche sugli investimenti privati: "Senza il finanziamento pubblico, per giunta, non partono nemmeno i 200 milioni che gli operatori telefonici si sono impegnati a investire nelle zone meno profittevoli, dove appunto è indispensabile il coinvestimento".