Parlamentari Usa chiedono indagine su Google Voice

venerdì 9 ottobre 2009 14:22
 

WASHINGTON (Reuters) - Parlamentari Usa hanno chiesto alle autorità normative di aprire un'indagine sulla capacità di Google di bloccare costose chiamate ad aree rurali per tagliare le spese, ultimo capitolo della controversia tra il colosso di Internet e AT&T.

Il servizio di Google Voice è al centro della polemica tra il primo motore di ricerca al mondo ed Apple sul fatto che l'applicazione vocale di Google che può consentire chiamate a basso prezzo non sia disponibile sui telefonini iPhone.

Google dice che Apple l'ha rifiutata. Ma Apple risponde che la sta ancora studiando perchè l'applicazione altererebbe la funzionalità e l'interfaccia utente di iPhone.

AT&T , unico operatore Usa per iPhone, ha lamentato il fatto che Google abbia la possibilità di bloccare telefonate, cosa che è proibita agli operatori Usa.

La AT&T sostiene che Google avrebbe un vantaggio sleale poichè il suo servizio Voice non è soggetto alle regole imposte agli operatori telefonici. Ieri un gruppo di 20 parlamentari repubblicani e democratici, in prevalenza di aree rurali, hanno scritto una lettere alla Federal Communications Commission chiedendo di indagare su questa facoltà della società di Internet di poter bloccare le telefonate.

per anni le compagnie telefoniche si sono lamentate con Fcc che altri soggetti utilizzavano chat per adulti e conference calls gratuite da zone rurali per far pagare tariffe. La Fcc ha proibito agli operatori di bloccare queste chiamate.

Un portavoce Google ha criticato ieri AT&T per essere in ritardo sulle tariffe per telefonate fatte da zone rurali, come sostenuto in una recente lettera alla Fcc da un avvocato in rappresentanza di alcuni operatori delle zone rurali.

Google sostiene che il suo servizio Voice non è un tradizionale servizio telefonico perchè nasce da uno strumento web e non dovrebbe sottostare a normative per le società telefoniche.

 
<p>La sede svizzera di Google. REUTERS/Christian Hartmann (SWITZERLAND BUSINESS SCI TECH)</p>