8 ottobre 2009 / 14:46 / 8 anni fa

Pubblicità online: Grande Fratello o servizio ai clienti?

<p>Un laptop in un Internet Caf&egrave; di Londra.Toby Melville</p>

di Basil Katz

NEW YORK (Reuters) - Operatori di mercato e associazioni per la tutela dei consumatori si stanno preparando negli Stati Uniti a una battaglia contro le regole sulla pubblicità online personalizzata in base alle abitudini individuali di ricerca sul web, che spesso vengono tracciate senza il permesso degli utenti.

Il Congresso Usa interverrà nelle prossime settimane sull'argomento, con una proposta di legge alla Camera dei Rappresentanti una legge che prevede l'obbligo per i siti web di dichiarare esplicitamente il modo in cui le informazioni vengono utilizzate di dare agli utenti la possibilità di non consentirlo.

Sono in gioco un settore da 1 miliardo di dollari e la privacy dei consumatori.

Inserzionisti e famosi siti web sostengono che gli utenti preferiscono vedere annunci rispondenti ai loro interessi e che devono accettare la pubblicità come condizione necessaria per poter accedere gratuitamente ai contenuti.

Ma il 75% degli americani hanno dichiarato -- secondo un'indagine recente -- di essere contrari alla pubblicità "su misura" se questo significa che le loro abitudini online vengono controllate.

"La gente vuole gli aspetti positivi del web, ma non considera l'aspetto del controllo", ha detto Stephen Baker, autore di "The Numerati", che parla delle dimensioni della raccolta dei dati online. "E quando ne sentono parlare, rabbrividiscono".

I ricercatori dell'Università di Berkeley, in California, e dell'Università della Pennsylvania -- che dal 18 giugno al 2 luglio hanno intervistato 1.000 americani -- hanno concluso che il controllo delle abitudini di navigazione online per scopi pubblicitari è percepito come sbagliato.

L'indagine è stata condotta in un momento caldo del dibattito in corso a Washington sulla privacy e la pubblicità online, ha commentato Mike Zaneis, vice presidente per le politiche pubbliche di Interactive Advertising Bureau, un'associazione commerciale di settore.

ANNUNCI PERSONALIZZATI

"E' in corso una battaglia sul mercato online", ha detto Zaneis, che sta portando ad uno "sforzo paternalistico volto a limitare le informazioni sul web, anche se anonime".

Secondo le stime di eMarketer, la pubblicità personalizzata pesa per 1,1 miliardi di dollari -- contro i 500 milioni del 2007 -- pari al 4,5% dei 24,5 miliardi di dollari destinati complessivamente alla pubblicità online nel 2009.

A Washington, il rappresentante democratico Rick Boucher e altri membri della Camera introdurranno quest'anno una legge bipartisan volta ad aiutare i consumatori a comprendere meglio quali dati personali vengono tracciati e come sono utilizzati.

Boucher, presidente della sottocommissione della Camera per le Comunicazioni, la Tecnologia e Internet (che rierntra nella commissione Energia e Commercio) ha detto a Reuters che l'obiettivo è quello di "aumentare il senso di sicurezza e di protezione della privacy".

Il disegno di legge prevede l'obbligo per i siti web di pubblicare la propria politica sulla privacy e di spiegare agli utenti in che modo i loro dati personali verranno utilizzati. Inoltre i siti web dovrebbero consentire ai visitatori di impedire il trattamento dei loro dati a scopi pubblicitari.

L'inverno scorso la Commissione federale per il Commercio ha diffuso delle linee guida per gli inserzionisti, esortando il settore ad adeguarvisi abbandonando l'autoregolamentazione.

Le agenzie governative e difensori dei consumatori sostengono che una qualche forma di regolamentazione è necessaria per informare e tutelare i consumatori on-line.

"Le implicazioni sulla privacy delle nuove tecnologie sono enormi", ha detto David Vladeck, capo dell'Ufficio della protezione dei consumatori presso la Commissione federale per il Commercio.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below