Web,sistema assegnazione domini non dipenderà più solo dagli Usa

giovedì 1 ottobre 2009 14:02
 

WASHINGTON (Reuters) - Il governo statunitense e l'Icann, cioè l'organismo che assegna gli indirizzi Internet, hanno firmato un accordo ieri per consentire una maggiore partecipazione globale nel processo di assegnazione dei nomi di dominio sul web.

Il dipartimento del Commercio Usa ha annunciato di aver raggiunto un accordo con la Internet Corporation for Assigned Names and Numbers, ottenendo il plauso di alcuni parlamentari americani, che da tempo chiedevano una maggiore protezione dei marchi registrati, delle aziende e dei rappresentanti di vari paesi che vogliono più autonomia dal controllo Usa.

L'accordo, che consente all'Icann di divenire una "organizzazione guidata dal settore privato" rende soggetta la Corporation a verifiche periodiche da parte di una commissione comporta da rappresenti americano ed esperti indipendenti: un passo avanti rispetto al passato, quando l'Icann rispondeva solo agli Usa.

Ponendo fine a una partnership durata 11 anni col dipartimento al Commercio Usa, il patto assicura stabilità a società come Verisign e Go Daddy, che vendono domini Internet e mantengono estensioni come ".com".

L'accordo arriva alcuni mesi dopo la richiesta dell'Unione europea di tagliare i legami dell'Icann col governo Usa rendendola pienamente indipendente.

"Ora la torta diventa più grossa" per un maggior coinvolgimento di altri governi, ha commentato Larry Strickling, capo della Amministrazione nazionale per le telecomunicazioni e l'informazione del dipartimento al Commercio, che ha firmato l'accordo.

Prima di firmare, il governo Usa voleva che fossero rispettate certe condizioni, in gran parte chieste dai parlamentari, tra cui il fatto che l'Icann resti un'organizzazione non profit con sede negli Usa.

In sostegno all'accordo, ha detto un parlamentare americano, l'Icann si è impegnato a risolvere varie questioni aperte, compresa la protezione del consumatore e le questioni legate ai marchi, prima di introdurre nuovi nomi di dominio.

"Quest'accordo dà agli attori internazionali ancora più voce in capitolo nelle nostre attività in futuro", ha detto l'amministratore delegato dell'Icann Rod Beckstrom in un comunicato.   Continua...

 
<p>Un uomo alla tastiera. REUTERS/Catherine Benson CRB</p>